Gallo(M5s): non possiamo cambiare le regioni da soli

Adm

Roma, 25 gen. (askanews) - Il Movimento 5 stelle non può pensare di cambiare le regioni da solo, come non può essere in solitudine al governo del Paese. Lo scrive sul blog 5 Stelle Luigi Gallo, presidente della Commissione Cultura della Camera dei deputati.

Gallo cita Luigi Di Maio: "'Oggi si chiude un'era. È giunto il tempo di rifondarsi'. Sono queste le parole di Luigi Di Maio che prendo in prestito per avviare la nuova era che come Movimento 5 stelle ci aspetta".

Precisa il parlamentare M5s: "È un'era diversa da quella di dieci anni fa, ma ciò che non deve essere diverso è il nostro sguardo focalizzato sull'interesse ultimo del cittadino più fragile, quello senza voce, quello delle comunità alla periferia del sistema di potere. Ancora oggi è il M5s l'unica forza con le mani libere, onesta, post-ideologica ma non post-identitaria, capace di rivoluzionare un Paese che ha ancora bisogno di tante rivoluzioni".

"Ora le più imminenti sfide sono i governi del territorio. In dieci anni abbiamo generato una forza propulsiva in tutto il Paese che ci ha portato al governo dell'Italia; ora dobbiamo costruire e produrre il cambiamento anche sui territori".

Ma, precisa, "bisogna mobilitare un popolo per cambiare i governi delle regioni. Dopo dieci anni possiamo dire con certezza che non possiamo realizzare questa impresa epocale da soli, così come abbiamo avuto la certezza di non poter governare da soli. Ancora una volta siamo solo noi del M5s che possiamo cambiare la cultura politica sui territori, come stiamo facendo e abbiamo fatto al governo del Paese (a proposito, ricordate gli indagati e i condannati al governo?). Ci sono nuove sfide da raccogliere: è ora di riprendere l'elmetto che avevamo messo nell'armadio".