Gallura, per le festività trascorse in casa con i familiari servirà il green pass

·2 minuto per la lettura
Gallura feste green pass
Gallura feste green pass

L’emergenza coronavirus torna a fare paura anche in Italia e non solo nel resto d’Europa. Preoccupa l’incremento dei contagi e il tasso di positività appare in rialzo. Il Governo è corso ai ripari introducendo nuove misure per contenere la diffusione del virus, in particolare durante le festività natalizie, quando le occasioni di assembramento tendono a intensificarsi. Per garantire feste all’insegna della sicurezza, il sindaco di Palau, in Gallura, ha firmato una nuova ordinanza che prevede pranzi di Natale e cenone di San Silvestro solo con il green pass.

Gallura, feste di Natale in famiglia solo il green pass

Dopo le strette introdotte nel comune di Capoterra, dalla Sardegna arrivano nuove misure per il contenimento dell’emergenza Covid-19. Il sindaco di Palau, infatti, ha firmato una nuova ordinanza che resterà in vigore fino al 10 gennaio 2022.

Tra le regole il primo cittadino, Francesco Giuseppe Manna, ha imposto la chiusura del parco giochi comunale, oltre all’obbligo di indossare le mascherine all’aperto. Tra le novità anche “il divieto di organizzare o partecipare a feste private, pranzi o cene all’aperto o al chiuso, oltre i componenti del nucleo familiare e parenti muniti di certificazione verde.

Gallura, feste di Natale in famiglia solo il green pass: le parole del sindaco di Palau

A motivare la decisione è stato lo stesso sindaco, che ha dichiarato: Non intendiamo instaurare uno stato di polizia in paese e sappiamo bene che controllare l’interno delle case per verificare il rispetto delle norme anti-Covid è praticamente impossibile. Davanti alla crescita dei contatti in un centro che anche durante le fasi più acute delle pandemia è stato Covid free, o quasi, con questa ulteriore ordinanza abbiamo voluto lanciare un messaggio ai nostri concittadini, richiamandoli alle proprie responsabilità e al buon senso”.

Intervistato dall’Ansa, ha spiegato l’ordinanza che impone l’obbligo di green pass per poter partecipare ai pranzi e alle cene in famiglia durante le feste natalizie, Manna e ha aggiunto: “In un piccolo centro ci conosciamo tutti, per cui le forze dell’ordine sono in grado di individuare facilmente situazioni a rischio e quindi intervenire per far rispettare l’ordinanza”.

Già a inizio dicembre il sindaco era intervenuto vietando gli eventi pubblici e disponendo l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto. A tal proposito, ha spiegato: “Avevamo raggiunto i 47 casi positivi, tra cui una decina di bambini di età tra 1 anno e mezzo e 10 anni, per cui era necessario introdurre delle limitazioni. Anche perché dai nostri riscontri era chiaro che i contagi erano esplosi quest’autunno con la ripresa di pranzi, cene e spuntini organizzati in famiglia. Forse le persone si sentivano sicure dopo avere fatto il vaccino. Ma non è così, il vaccino non basta, bisogna rispettare le altre norme di sicurezza.

Quindi ha sottolineato: Con le feste la situazione rischia di sfuggirci di mano, per questo ho emesso la nuova ordinanza. Per salvaguardare la salute pubblica e salvare la prossima stagione turistica che partirà già a Pasqua. Per un paese la cui economia si basa sul turismo, presentarci alla stagione turistica Covid free è fondamentale“.

Gallura, feste di Natale in famiglia solo il green pass: i controlli

A controllare che i cittadini siano rispettosi delle norme anti-Covid sarà la polizia locale e le altre forze dell’ordine.

I trasgressori saranno perseguiti “ai sensi e per gli effetti dell’art. 650 del codice penale”, cioè “con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 206 euro”, ha fatto sapere il sindaco Manna.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli