GameStop torna a volare a Wall Street (+75%). Sul titolo indaga la Sec

Arcangelo Ròciola
·3 minuto per la lettura

AGI -  Le applicazioni di trading hanno riammesso gli acquisti su GameStop e il titolo torna a volare a Wall Street. Le azioni della catena texana di negozi di videogame nelle prime ore di contrattazioni segna un +75,5% facendo tornare il titolo ai livelli di mercoledì, quando segnò in poche ore il suo record storico a 347 dollari per azione. Non si ferma quindi l'azione coordinata degli investitori retail del forum di Reddit "WallStreetBets" che hanno spinto il valore di GameStop al rialzo in contrasto alle tendenze ribassiste del 2020, di cui accusano principalmente i grandi fondi speculativi.

Anche se in realtà la tendenza rialzista di queste settimane sembra oramai aver varcato i confini di Reddit e acceso una corsa all'acquisto che va ben oltre la potenza di fuoco dei tre milioni di piccoli investitori del forum. Alcuni analisti infatti hanno sottolineato che, lungi da essere i grandi sconfitti dell'operazione 'GameStop', gli investitori di Wall Street stanno registrando lauti guadagni sia dalle partecipazioni azionarie in portafoglio che dal prestito di azioni ai venditori allo scoperto

GameStop: vendite fermate, polemica politica

Ieri l'applicazione Robinhood, piuttosto popolare tra i trader e il cui motto è “democratizzare la finanza per tutti”, aveva deciso di fermare la vendita dei titoli di un paniere di 12 azioni oggetto di anomale tendenze rialziste. Tra queste figuravano GameStop, Nokia e BlackBarry. La decisione ha scatenato una forte ondata di critiche da parte di personalità di spicco della politica americana (a guidarle la deputata dem Alexandria Ocasio-Cortez che ha paventato un'audizione alla commissione finanza per chiarire la decisione delle società di trading), ma anche degli utenti della rete (guidati in questo caso da Elon Musk che ha apertamente appoggiato Ocasio-Cortez).

Fuoco incrociato, effetto immediato: Robinhood torna sui propri passi e riammette le vendite dei 12 titoli. Durante il fermo alle vendite del titolo, GameStop e le altre società del paniere sono arrivate a perdere fino al 70% del proprio valore in borsa. Una volta riammesse hanno ripreso a correre tutte, guadagnando in media gli stessi punti percentuali persi il giorno prima.

GameStop: l'indagine della Sec

Ma la situazione è tutt'altro che pacificata. Oggi l'autorità garante del mercato americano ha detto di stare "monitorando e valutando da vicino l'estrema volatilità di alcuni prezzi delle azioni" dopo la corsa a Wall Street di titoli come GameStop e Amc. La Securities and Exchange Commission ha fatto sapere in una nota che "esaminerà attentamente le azioni intraprese da entità regolamentate che possono aver svantaggiato gli investitori o limitato ingiustamente la loro capacità di investire in alcuni titoli", come le piattaforme di intermediazione questa settimana hanno limitato il commercio in diversi titoli che hanno sperimentato forti movimenti verso l'alto. "Agiremo per proteggere gli investitori retail quando i fatti dimostrano un'attività commerciale abusiva o manipolativa che è proibita dalle leggi federali sui titoli", ha detto la commissione.

La guerra delle vendite allo scoperto scatenate dal canale di Reddit è un inedito nella storia della finanza. Perlomeno nella forma. Sul “Wall Street Bets” si raccolgono milioni di normali utenti e piccoli e micro investitori, ma, racconta chi ne conosce le dinamiche, anche vecchi lupi di Wall Street e persone che conoscono bene le dinamiche di borsa. Non è un caso che diversi analisti evidenziano che i maggiori guadagni in questo momento li stanno realizzando i fondi di investimenti che già possedevano azioni di società come GameStop. 

@arcamasilum