Gara di solidarietà dei Vip per l'Australia ferita, contestato il premier Morrison

Di fronte all'emergenza roghi che sta mettendo in ginocchio il sud-est dell'Australia, le celebrità si sono mosse per sostenere economicamente la lotta di vigili del fuoco e soccorritori, lanciando appelli ai loro fan a fare altrettanto. Da settembre a oggi, 26 persone sono morte, oltre 2 mila case sono state distrutte e 80 mila km quadrati sono andati in fumo, causando morte e devastazione all'ambiente e agli animali che ci vivono. Tra le star più generose, c'è l'attore di Melbourne, Chris Hemsworth, che ha donato un milione di dollari australiani (quasi 690 mila dollari), seguito da Nicole Kidman e dal martio, il musicista Keith Urban. Impegnati su questo fronte anche l'attore Russel Crowe e la comica Rebel Wilson, così come la cantante Dami Im. Ma anche gli sportivi non sono stati da meno: dal pilota di F1 Lewis Hamilton ai tennisti Ashleigh Barty, Maria Sharapova e Novak Djokovic, fino ai campioni di cricket Chris Lynn e Glenn Maxwell in tanti si sono offerti di donare le loro vincite nei tornei. Roger Federer, Serena Williams e Rafael Nadal giocheranno una partita di beneficenza prima degli Open Australiani. ​In campo anche star americane come Kylie Jenner, Pink, Ellen DeGeneres, Patricia Arquette, Margot Robbie, Naomi Watts, Hugh Jackman e Selena Gomez che hanno promesso contributi, così come Earth Alliance, l'associazione ambientalista di Leonardo Di Caprio, che ha annunciato una donazione di 3 milioni di dollari. Elton John donerà un milione e ai pompieri australiani arriveranno 500 mila dollari dai Metallica. Intanto il ritorno del caldo e dei forti venti rischia di aggravare nuovamente l'emergenza: dopo la tregua delle piogge, sono tornate temperature di 40 gradi in alcune zone degli Stati del Nuovo Galles del Sud e di quello di Victoria, dove è stata disposta l'evacuazione di 240mila persone. E migliaia di australiani sono scesi in piazza a Sydney e in varie città del Paese hanno chiesto le dimissioni del premier Scott Morrison, accusato di non impegnarsi contro i cambiamenti climatici e di aver sottovalutato l'emergenza.