Garante detenuti Piemonte chiede chiarezza su carcere Torino

Prs
·1 minuto per la lettura

Torino, 29 lug. (askanews) - "Sulle vicende relative alla Casa circondariale di Torino non posso non auspicare che si faccia chiarezza il prima possibile, a tutela dei detenuti e dell'amministrazione". Lo ha dichiarato il garante piemontese delle persone detenute Bruno Mellano. "Nell'attesa delle verità processuali - ha aggiunto Mellano - era inevitabile che l'Amministrazione penitenziaria cercasse di assicurare le condizioni massime di serenità e trasparenza per tutti gli operatori, a cominciare dai ruoli apicali". "Le notizie che quotidianamente emergono dalla comunità penitenziaria - ha osservato Mellano - ci interrogano come persone prima ancora che come cittadini, come uomini prima ancora che come rappresentanti delle istituzioni. La cura, il recupero e il reinserimento sociale dei detenuti previsto dalla Costituzione deve essere calato e incarnato nei singoli casi, spesso difficili e apparentemente incorreggibili, per di più in un contesto di delicati equilibri di forza: quella lecita e quella illegale". "La sfida quotidiana - ha concluso - è continuare a trovare gli stimoli per conquistare e garantire un'esecuzione penale efficace ed efficiente, anche avendo il coraggio di mettere in discussione un sistema che spesso espone i suoi stessi componenti a rischi ed abusi".