Garavaglia: meno vincoli per discoteche, o Italia penalizzata

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 giu. (askanews) - "Stiamo andando verso una graduale ripartenza e sono abbastanza ottimista, le prenotazioni procedono in modo regolare, seppur a capienza ridotta e stiamo assistendo a un certo ritorno degli stranieri. E' importante che siano allentati ulteriori vincoli, come nel caso delle discoteche. Mantenerle chiuse comporterebbe il rischio che il turismo giovanile parta per altre mete come la Spagna e la Grecia, a discapito dell'Italia". Lo ha detto il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, intervenuto a War Room, il format web di Enrico Cisnetto.

Il ministro ha poi evidenziato come ulteriori accorgimenti possano favorire il settore turistico citando il caso della Liguria: "E' una situazione paradossale dove gli alberghi devono rinunciare alle prenotazioni perché non c'è posto sulla spiaggia. Se si riuscisse a ridurre il distanziamento degli ombrelloni in spiaggia da 10 a 9 metri, le strutture alberghiere potrebbero accogliere molti più turisti. I numeri sono dalla nostra parte, qualche vincolo in meno ci consentirebbe di avere flussi turistici maggiori".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli