Garavaglia: turismo è settore strategico, credo che ministero rimarrà

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 7 set. (askanews) - "Visti i risultati e la consapevolezza dell'importanza del settore, sono convinto che il ministero del Turismo resterà perché si è capito che questo è veramente il settore strategico. Non è un caso che il Pil di quest'anno cresce proprio grazie ai servizi e in particolare al turismo. Sono convinto quindi che il ministero resterà e sarà ancora più forte". Lo ha detto il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, nel corso della conferenza stampa del sesto Forum mondiale dell'enoturismo che si terrà dal 19 al 21 settembre ad Alba (Cuneo).

"Il ministero del Turismo è stato istituito per volontà di Mario Draghi ed è stata un'ottima intuizione. Certo si veniva da un periodo di particolare difficoltà e c'era da gestire la fase di sostegno del settore, ma è anche importante la fase di sviluppo di questo settore" ha continuato Garavaglia parlando davanti ai giornalisti riuniti nella sede dell'Associazione della stampa estera a Roma, aggiungendo che "noi per troppi anni abbiamo pensato che bastasse essere il Paese più bello del mondo per avere i numeri migliori ma non è così perché siamo quindi per arrivi di stranieri e quindi, evidentemente, si può fare di più ed è nostro dovere fare di più". "Devo dire che dall'istituzione del ministero alcuni dati positivi sono arrivati: i numeri parlano da soli e oltre a questi si aggiunge che siamo rientrati nella top-ten della classifica di competitività del settore del World economic forum con il recupero di due posizioni" ha proseguito il ministro, concludendo "ma per me è ancora poco, dobbiamo migliorare in quella classifica, dobbiamo migliorare nella classifica degli arrivi di stranieri, dobbiamo migliorare la qualità dell'offerta ricettiva e non è un caso che abbiamo investito tantissimo su questo".