Garbero (Axpo): "Il modello del futuro, dalla proprietà al condiviso"

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 nov. – (Adnkronos) – “Noi avevamo provato, qualche anno fa, a promuovere una mobilità sostenibile nei comuni piccoli e nelle isole, togliendo le auto. Il problema riscontrato è che questi passano da 5mila abitanti a 50mila nei mesi estivi e quindi diventa difficile ridimensionare l’infrastruttura. Quello che potrebbe far funzionare la cosa è una maggiore collaborazione tra pubblico e privato perché spesso il primo è disposto a co-investire ma il Comune dovrebbe almeno semplificare la burocrazia. Questa idea di eliminare auto e di investire sulla mobilità sostenibile elettrica potrebbe funzionare di più nella grande città”. Così il General Manager di Axpo Energy Solution Italia, Marco Garbero, intervenendo all’evento Wave – la mobilità nella città sostenibile, tenutosi presso la Lanterna di Roma.

“La formazione e la competenza sono centrali in un mondo che cambia velocemente. Diventa fondamentale governare i dati per crescere – ha continuato Garbero parlando dell’importanza delle competenze e della formazione – Per il futuro speriamo che possiamo offrire diversi mezzi per coprire diverse distanze e così passare da un modello di proprietà a quello condiviso”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli