Gas in Italia: brutte notizie dalla Russia

Eni
Eni

Sempre più incerto il futuro del gas in Italia. La multinazionale russa Gazprom ha infatti ridotto di un terzo le forniture al nostro Paese rispetto alla media degli ultimi giorni. Adesso si teme lo stop totale del gas russo. Eni ha fatto sapere tramite una nota: “Gazprom ha comunicato che per la giornata di oggi fornirà a Eni volumi di gas pari a circa 21 milioni di metri cubi al giorno, rispetto a una media degli ultimi giorni pari a circa 32 milioni di metri cubi al giorno. Eni fornirà ulteriori informazioni in caso di nuove e significative variazioni dei flussi”.

Si teme un taglio completo

Come informa l’Ansa in tutta Europa si teme un taglio completo di gas da parte della Russia. Paura soprattutto in Germania, dove si ipotizza che la prossima stagione invernale sarà “fredda, buia e cara” come riportato dall’edizione weekend del giornale Handelsblatt, che ha proposto una foto ritraente una porta di Brandeburgo di colore bluastro per colpa del ghiaccio.

Gas, non solo Eni: anche Berlino si prepara al peggio

Come informa Repubblica, la Germania si prepara a un periodo di austerità. Un inverno di sofferenze che potrebbe addirittura superare la crisi energetica degli anni ’70. La Germania è lo stato che più dipende dal gas russo e ora Berlino ha chiesto la collaborazione di tutti i tedeschi, tramite alcune limitazioni come lasciare il più possibile le auto in garage, fare docce più brevi e spegnere l’aria condizionata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli