Gas: Venier, 'nuovi stoccaggi e rete adriatica per blindare il sistema'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 nov. (Adnkronos) – Un piano per il gas su più leve "per garantire la sicurezza dell'inverno, tamponando la situazione di emergenza, ma anche per cominciare a costruire i presupposti che servono a sciogliere o a superare i nodi che sono venuti al pettine con questo nuovo contesto geopolitico". Ad affermarlo è Stefano Venier amministratore delegato di Snam tratteggiando il piano della società per la sicurezza energetica nazionale, in un'intervista a 'Il Sole 24 ore'.

"Stiamo portando avanti un percorso autorizzativo per gestire in modo ottimizzato alcuni dei giacimenti dal punto di vista delle pressioni in modo da aumentare la capacità disponibile tra 500 e 800 milioni di metri cubi, un 5% circa in più di quanto disponiamo attualmente. – spiega Venier – Abbiamo avviato iter con Regione Lombardia per due giacimenti e poi chiuderemo il cerchio con il ministero. Se riusciremo a farlo entro la primavera, questa capacità aggiuntiva sarà disponibile per la prossima estate e, quindi, per il prossimo inverno. Tra i piani futuri c'è anche l'ampliamento della capacità di stoccaggio in modo strutturale". "Abbiamo già presentato al ministero un progetto – prosegue – per nuovo stoccaggio nel sito di Alfonsine, in provincia di Ravenna, che può avere una capacità di 1,8 miliardi di metri cubi. Era un progetto che avevamo già presentato qualche anno fa e adesso lo stiamo ridiscutendo con il Mase che ne condivide importanza e strategicità per il Paese. È uno snodo cruciale".

"Per realizzare nuovo stoccaggio servono anni, ma è cruciale partire oggi per poterne disporre per l'inverno 2025-2026. L'obiettivo è di portare la capacità disponibile da circa 12 miliardi a 14 miliardi di metri cubi" sostiene. Quanto agli stoccaggi il manager riferisce che "il riempimento ha superato il 95% che, per quanto riguarda Stogit, corrisponde a 11,2 miliardi di metri cubi di gas, ai quali si aggiunge un altro miliardo con Edison e Ital Gas Storage".