Gasdotto Eastmed, Volpi (Copasir): preoccupanti tensioni con Turchia

Cro-Mpd

Roma, 6 feb. (askanews) - "Le tensioni sulle risorse energetiche al largo delle coste di Cipro con la Turchia, un alleato e membro fondamentale della Nato, sono preoccupanti". Così il presidente del Copasir (Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica) Raffaele Volpi in un'intervista a Formiche.net ha commentato le tensioni fra Grecia, Turchia e Cipro sul gasdotto Eastmed. Nel Mediterraneo allargato, dice Volpi, "l'Europa, con un po' d'orgoglio, e grazie al rapporto privilegiato con gli Stati Uniti, potrebbe giocare un ruolo più proattivo".

In Libia, secondo il deputato della Lega, "Ci sono gli estremi per una partecipazione italiana" a una missione Onu. "Il rischio è che un'azione prettamente diplomatica risulti depotenziata senza una presenza sul terreno". La Conferenza di Berlino però non deve trasformarsi in "un via libera da parte di altri Stati membri ad azioni unilaterali in Nord Africa, magari apertamente contrarie ai nostri interessi nazionali. La nostra priorità è esprimere vicinanza al popolo libico, e porre fine alle ostilità".