Gasparri: documenti strage Brescia simili a quelli secretati

Pol/Tor

Roma, 3 ago. (askanews) - "Un ricercatore ha rivelato che negli atti riguardanti il processo per la strage di Brescia ha trovato dei documenti del SISMI relativi all'estate del 1980. Si tratta di documenti che sembrano molto simili a quelli che sono ancora secretati e dei quali io e altri politici chiediamo da anni la desecretazione". Lo dichiara il senatore Fi Maurizio Gasparri.

"Quei rapporti che arrivano dal Medio Oriente - prosegue- aprono degli squarci di verità sulle stragi del 1980, compresa quella di Bologna. Chi si oppone alla ricerca di una verità completa sbaglia. Queste rivelazioni che arrivano dai documenti di Brescia inducono a fare chiarezza su tutto, altrimenti avremo documenti che sono ritenuti segreti ma che in realtà non lo sono. Dicono la verità su quella stagione drammatica di stragi. Da quanto ho letto su alcune agenzie trovo significative coincidenze con documenti riservati che ho potuto leggere sotto il vincolo del segreto nell'ambito della Commissione d'inchiesta sul delitto Moro della quale ho fatto parte negli anni passati. Sulla strage di Bologna serve la verità. Sta emergendo ed è paradossale che qualcuno che ne ha patito le conseguenze si opponga a questi accertamenti".