Gasparri: legittime manifestazioni, ma critici 2 giugno che dicono?

Red/Sim

Roma, 7 giu. (askanews) - "Hanno piena legittimit le manifestazioni antirazziste che sono avvenute in varie citt italiane. Mi chiedo per se i solerti critici dell'appuntamento promosso il 2 giugno dal centrodestra diranno le stesse cose sugli assembramenti visti in televisione. Le immagini sono state molto chiare, a Roma, a Napoli e altrove non c'era la distanza di un metro. Ho visto capannelli, gente ammucchiata. Non mi scandalizzo. Ma mi chiedo se tutti quelli che in televisione e sui giornali hanno biasimato gli assembramenti del centrodestra useranno la par condicio nei confronti di questi altri assembramenti": lo ha dichiarato il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri in una nota.

"Non per il merito della manifestazione - ha precisato - ma per la disposizione fisica delle persone in piazza che, in molti casi, stata assolutamente analoga ad altri casi. Del resto gli assembramenti li abbiamo visti pure dietro le transenne a Codogno per salutare ed accogliere il Presidente Mattarella. Ma nessuno li ha criticati. Insomma, se l'assembramento di sinistra legittimo e blocca qualsiasi rischio di circolazione del virus, se di centrodestra patogeno e infettivo. Attendo di leggere titoli preoccupati ed allarmati e commenti adeguati come li ho letti nei giorni scorsi. Altrimenti siamo di fronte a un'autentica ipocrisia".