Gasparri: posto Fi nel centrodestra e domani in piazza

Pol/Vlm

Roma, 18 ott. (askanews) - "Il collega Rotondi, con il quale ho eccellenti rapporti personali, ha il pregio della chiarezza e propone a Berlusconi di andare dietro a Conte, al quale ha già apparecchiato una sala a Avellino, e a Renzi. Ne ha pienamente diritto, perché noi siamo il popolo della libertà. Ma non siamo il popolo della confusione. Berlusconi con generosità e coraggio ha già risposto a Rotondi, che ha il pregio della chiarezza, e a altri, di analogo pensiero ma meno chiari. Il nostro posto è nel centrodestra e domani è in piazza San Giovanni a Roma". Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (FI).

"Senza una componente con una forte cultura di governo, come quella di Forza Italia, il centrodestra non avrebbe la dimensione e la qualità necessaria per puntare al governo. Siamo portatori di competenza, esperienza, rapporti interni e internazionali. Ovviamente oggi i numeri non ci premiano, ma questo dipende da noi e ci impone riorganizzazione, rilancio, chiarezza. Le sviolinate a Conte e Renzi confondono e indeboliscono. Salvini deve fare una profonda riflessione, se vuole un centrodestra non solo agguerrito, ma vincente, altri invece facciano quel che vogliono ma sia chiaro che Berlusconi e Forza Italia pensano e fanno altro. Il centrodestra deve essere ampio, unito, equilibrato ed inclusivo, anche perché se oggi sommiamo i numeri di Pd, grillini, renziani, verdi, Leu e sinistre radicali, +Europa e scorie varie la partita è impegnativa e tutt'altro che scontata. E quindi Forza Italia conta, ma non Conte...", conclude.