Gasparri: Renzi cerca delusi? Si metta davanti allo specchio...

Pol/Vlm

Roma, 21 ott. (askanews) - "Renzi è alla ricerca di delusi? Si metta davanti ad uno specchio e rifletta su quanta gente ha deluso lui. Ebbe il 40% ora naviga con pochi punti di percentuale, in un'avventura di presunzione personalistica, che lo vede comunque a supporto delle peggiori sinistre e perfino dei grillini che un tempo criticava. Giustifica l'esistenza del governo solo con la motivazione di dover negare al centrodestra di poter eleggere, vincendo eventualmente le elezioni democraticamente, un Presidente della Repubblica. È quindi imprigionato nel monopolio della sinistra e del politicamente corretto. Forza Italia è ben salda nell'altro campo, quello del centrodestra, quello del popolo di Piazza San Giovanni dove, con generosità e saggezza, Silvio Berlusconi è stato, da fondatore del centrodestra quale è e rimarrà". Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (FI).

"Renzi sta da un'altra parte, con la sinistra giudiziaria, con Leu, con i grillini e con il Pd. Con quelli che saltano sul suo carretto della Leopoldina sperando di trovare, così, una sopravvivenza. Ha poche idee ed è pronto a cambiarle repentinamente per pura convenienza personale. Viva Letta, fuori Letta, morte a Grillo, viva Grillo. È l'italiano tipico. Potrebbe interpretarlo in un film, se fosse ancora vivo, Alberto Sordi, che ha prestato la sua maschera a tutti i peggiori difetti italiani. Noi stiamo dall'altra parte ed è inutile che suoni con il violino sotto qualche finestra. Non scenderà nessuno. E se qualcuno volesse farlo, divorzierebbe dall'elettorato del centrodestra. Anzi, chi non è venuto nella piazza, fa sempre in tempo ad ammettere l'errore. Lo aspettiamo con generosità. Il centrodestra è quello unito. È quello delle piazze dove è stato anche Silvio Berlusconi con i nostri elettori. E se vogliamo recuperarne qualcuno, rispettiamo gli elettori e combattiamo Renzi, il renzismo e la sinistra in tutte le sue fogge e dimensioni", conclude.