Gasparri: sulla cocaina Saviano sostiene tesi aberranti

Pol/Bar

Roma, 5 set. (askanews) - "Siamo ormai al vaneggiamento. Forse incoraggiato dalla nascita antidemocratica del governo più di sinistra della storia italiana, Saviano propone di legalizzare la cocaina. Una tesi folle e devastante". Lo ha dichiarato in una nota il senatore Maurizio Gasparri (FI).

"Questi apologeti della droga - ha aggiunto - avvelenano le coscienze. Bisogna combattere sia la diffusione delle droghe che le cosche del narcotraffico mondiale. La balla della lotta al crimine con le droghe legali è farneticazione pura. Coca legale in tutto il mondo poi, perché farlo in un solo paese a cosa servirebbe? E chi glielo spiega al mondo? Saviano? E poi le mafie, se si facesse mai questa follia, spaccerebbero altre droghe. E allora Saviano proporrebbe di legalizzare ogni droga presente e futura. Basta con questo delirio".

Per Gasparri "le droghe e il crimine vanno combattute di pari passo. Saviano è un pericoloso sostenitore di tesi aberranti. E ricordiamo ancora sbigottiti gli infortuni nel casting di alcuni film. Il concetto di legalità per alcuni è interpretabile. Per noi no. Comunque sappia Saviano che il suo delirio non prevarrà mai. Si rassegni".