Gasparri: uniti in piazza il 19 contro governo delle tasse

Pol/Vlm

Roma, 3 ott. (askanews) - "Ha detto nei giorni scorsi Silvio Berlusconi, anche noi scenderemo in piazza se il nuovo governo metterà le mani nelle tasche degli italiani. Ha detto in queste ore Silvio Berlusconi, cito testualmente, che nella manovra economica del governo rosso-giallo "ci sono nuove tasse, per 10,6 miliardi: le riduzioni di imposte sono soltanto 2,5 miliardi per la riduzione del cuneo fiscale, una riduzione lievissima". Quindi il saldo è un saldo molto negativo perché dalle tasche degli italiani saranno presi molti più soldi di quanti si finge di restituirne". Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (FI).

"Ha ragione Silvio Berlusconi quando dice, andiamo in piazza se mettono le mani nelle tasche degli italiani, ha ragione quando dice che le mani nelle tasche degli italiani le stanno mettendo, conclusine: andiamo in piazza. Il 19 ottobre Forza Italia deve essere accanto agli elettori del centrodestra nelle vie di Roma per contestare questo nuovo governo e la sua politica economica e fiscale. Bisogna sciogliere questa riserva e organizzarci insieme alle altre realtà del centrodestra per una grande, positiva e serena manifestazione di uno schieramento vasto che vuole vincere ancora sui territori, come è successo in questi ultimi 12 mesi e vuole tornare al governo dell'Italia tutto unito. Questa è la direzione di marcia che deve imboccare, senza dubbi ed esitazioni, Forza Italia, alla luce delle affermazioni fatte nei giorni scorsi e in queste ore da Silvio Berlusconi", conclude.