Gasparri: i veri razzisti sono fautori di sanatorie e Ius soli

Pol/Bar

Roma, 8 giu. (askanews) - "Sul fronte immigrazione ritorna l'emergenza. Si rinnova l'allarme dei servizi che annunciano decine e decine di migliaia di persone pronte a partire dalla Libia verso l'Italia. E anche l'instabilit che si registra nei territori libici favorisce le attivit sia dei trafficanti che delle irresponsabili, cosiddette, Ong, che si rimettono a fare i tassisti del Mediterraneo al servizio di chi specula sulla disperazione africana". Lo ha dichiarato in una nota il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.

"Nel frattempo in Italia - ha aggiunto - la maxi sanatoria voluta dal Governo Conte, Zingaretti, Renzi attrae coloro che sono convinti di trovare il Bengodi. Quella di Renzi pi che la 'mossa del cavallo' il 'raglio del somaro'. Il suo partito si intestato, tra le ostentate lacrime di una sua sodale, questa scelta irresponsabile di dar luogo all'ennesima sanatoria per i clandestini. Tutto ci fa da richiamo per i trafficanti che, in combinato disposto con le varie Sea Watch e dintorni, sono pronti a far festa a spese dell'Italia. Alimentando, con la moltiplicazione dei viaggi, i rischi per i clandestini".

A giudizio di Maurizio Gasparri "pi viaggi vogliono dire pi morti. La storia ce lo dimostra. Servono fermezza e severit. Nessuna apertura allo Ius soli invocato da piazze di sinistra tornate su questo tema. E blocco della sanatoria in corso, scelta sciagurata del Governo. Devono prevalere la legge e l'ordine. E semmai bisogna espellere chi non ha diritto di rimanere in Italia".

"Le sanatorie e le politiche dei viaggi sono il supporto allo sfruttamento della manodopera e il servizio migliore per i criminali che praticano il caporalato. I veri razzisti sono i fautori dello Ius soli, delle sanatorie, della politica della resa ai trafficanti di clandestini", ha concluso il senatore di FI.