Gasperini soddisfatto: "Ora meritiamoci la qualificazione al ritorno"

Braccio di ferro tra Atalanta e Lazio per anticipare la sfida al venerdì. Lotito dice no, Gasp propone lunedì: "E poi andiamo martedì a Valencia...".

In pochi si sarebbero aspettati un risultato così roboante nell'andata degli ottavi di Champions League, nonostante l'Atalanta abbia dimostrato di essere il miglior attacco della Serie A a livello realizzativo. Eppure davanti all'Europa, all'eliminazione diretta, c'erano diversi dubbi. Spazzati via.

E' ovviamente soddisfatto Gian Piero Gasperini dopo il triplice fischio finale, consapevole di come un 4-1 porti ovviamente la Dea ad essere grande favorita in vista del ritorno al Mestalla. Occhio però alle esultanze preventive, vista la competizione di cui si parla. Champions League fa rima con rimonte.

Gasperini avrebbe firmato per il 4-1, ma quel goal subito...

"Un risultato così lo avremmo sottoscritto, ma nl'arco della partita ci rimane un po' di rammarico per il gol subito per le occasioni concesse sul 4-0".

Per il ritorno Gasperini vuole un'Atalanta più attenta:

"A Valencia non dobbiamo commettere questi errori. 4-1 è un grande risultato però se noi vogliamo andare ai quarti di Champions dobbiamo dare una dimostrazione tecnica di precisione e dobbiamo meritarcelo anche al ritorno".

Per Gasperini non c'è comunque il rischio di andare a Valencia rilassati:

"Tre goal di vantaggio sono un bel bottino, ma dobbiamo pensare che dobbiamo segnare anche là. Dovremo anche saper stringere i denti e difendere bene. Ma vorrei andare a Valencia come squadra propositiva".

Appuntamento tra due settimane al Mestalla, Valencia.