Gates attacca, Warren lo rassicura: non pagherai 100 mld... -2-

A24/Pca

New York, 7 nov. (askanews) - Gates, che ha specificato di aver "scherzato", anche quando ha insinuato che la senatrice "non è disposta a incontrarsi con persone che posseggono grosse somme di denaro", non è stato il primo miliardario a esprimere pubblicamente i propri timori sui piani di Warren. Martedì, per esempio, l'amministratore delegato di Jp Morgan Chase, Jamie Dimon, che ha un patrimonio stimato in 1,6 miliardi di dollari, ha detto alla Cnbc che Warren "denigra le persone di successo". La senatrice vorrebbe imporre una 'wealth tax' del 6% sui patrimoni superiori al miliardo di dollari per finanziare l'assistenza sanitaria universale.

Il dibattito sulla tassazione è quanto mai aperto negli Stati Uniti, visto l'aumento delle diseguaglianze. Anche se il sistema statunitense è progressivo, cioè prevede aliquote più alte man mano che aumenta il reddito, le 400 famiglie più ricche d'America pagano ora meno tasse della classe media, secondo una recente ricerca di due economisti dell'Università di Berkeley, Emmanuel Saez e Gabriel Zucman.