Gattuso era in campo quando ha saputo del decesso di Francesca

gattuso morte sorella campo

Quando Gattuso ha saputo della morte della sorella Francesca, stroncata a 37 anni da una forma di diabete aggressiva, si trovava sul campo di allenamento del Napoli. Dopo la triste notizia comunicatagli dalla madre, “ringhio” si è rivolto al suo più stretto collaboratore intimandolo di far continuare a correre i ragazzi esortandoli a non fermarsi.

Gattuso: la morte della sorella saputa in campo

Come quando a febbraio 2020 Francesca aveva subito un delicato intervento chirurgico e lui, che si trovava a Genova per Napoli-Sampdoria, aveva lasciato in fretta il campo per raggiungerla, anche martedì 2 giugno ha mollato tutto per recarsi in macchina fino a Gallarate al capezzale della sorella. Non prima di essersi raccomandato con Gigi Riccio che quanto accaduto non andasse a inficiare gli allenamenti della squadra. “Correte. Forza, non fermiamoci, il mister vuole così” sono state le parole che hanno scandito gli attimi seguiti alla sua partenza.

Momenti tragici quelli vissuti da Gattuso e da tutti i familiari che lascia Francesca, a partire dal figlio Alessandro di 5 anni e il marito sposato sette anni prima. Ma anche la madre e la sorella Ida, tutti uniti nel dolore della perdita di una donna che, nonostante la grave malattia che l’aveva costretta sedata nel reparto di terapia intensiva, non si era mai arresa.

Nemmeno dopo l’operazione delicata subita a febbraio 2020, tanto che il fratello, a chi gli chiedeva notizie sulle sue condizioni di salute, rispondeva sempre che “è una guerriera, una combattente“. Ora la sua salma verrà trasferita in Calabria dove nella giornata di venerdì 5 giugno 2020 a Corigliano avrà luogo il suo funerale.