Gauzzi Broccoletti nuovo capo Gendarmeria vaticana

webinfo@adnkronos.com

Il Papa, dopo avere accettato le dimissioni del capo della Gendarmeria Domenico Giani, ha nominato Gianluca Gauzzi Broccoletti a capo della direzione dei Servizi di Sicurezza e Protezione Civile dello Stato della Città del Vaticano e Comandante del Corpo della Gendarmeria il suo vice. Ne dà notizia la Sala stampa del Vaticano. Ieri le dimissioni di Giani in seguito alla fuga di documenti relativi alla nuova inchiesta finanziaria in Vaticano. 

Gauzzi Broccoletti, nato a Gubbio (Pg) il 3 giugno 1974, è laureato in Ingegneria della Sicurezza e Protezione presso l'Università “La Sapienza” di Roma, coniugato con due figli, è stato assunto presso il Corpo della Gendarmeria nel 1995.  

Dal 1999 è stato responsabile della progettazione e sviluppo dell'infrastruttura di tecnologia di networkinge di sicurezza dello Stato della Città del Vaticano e di Cyber Security. Nel 2010 è stato trasferito al Centro Operativo di Sicurezza, avanzando gradualmente nelle responsabilità e nei corrispondenti livelli fino a raggiungere la qualifica di dirigente nel 2017 e di vice direttore e vice comandante nel 2018.  

Nel corso degli anni, Gauzzi Broccoletti ha instaurato un rapporto di fiducia con le varie Segreterie particolari del Santo Padre, le Superiori Autorità del Governatorato e della Segreteria di Stato, dove è stata richiesta competenza e professionalità per indagini a carattere riservato.Ha accompagnato il Sommo Pontefice in numerosi Viaggi Apostolici e nelle Visite Pastorali in Italia e nel mondo.  

Inoltre ha espletato servizio di coordinamento in occasione dei soggiorni estivi di San Giovanni Paolo II e del Papa emerito Benedetto XVI e ha svolto il servizio di vice Comandante del distaccamento di Castel Gandolfo durante la permanenza estiva di Papa Benedetto XVI nelle Ville Pontificie.  

Ha fatto parte dell'Organico preposto nella gestione della sicurezza tecnologica durante lo svolgimento del Conclave del 2005 e del 2013.Delegato in diverse circostanze dal Direttore dei Servizi di Sicurezza e Protezione Civile per quanto attiene le riunioni con il Comune di Roma e le varie Forze di Polizia relativamente ai cosiddetti Grandi Eventi, quando è prevista la presenza del Santo Padre. Ha frequentato numerosi corsi, seminari e stage con le varie forze di Polizia italiane e internazionali.