Gay Center: coppia gay perseguitata da vicini a Formia

Red/Cro/Bla

Roma, 5 ott. (askanews) - "Una coppia gay di 47 e 48 anni, che vive insieme da 18 anni a Formia (LT), sta vivendo un vera e propria odissea". Lo dichiara Fabrizio Marrazzo, portavoce Gay Center.

"Da anni i vicini li stanno perseguitando ininterrottamente. Infatti, ricevono scritte di morte sui muri, offese, sfociate sino a lanci di pietre contro il portone di casa, oppure a bussare con suono ininterrotto alla porta dell'abitazione, intimandogli di aprire sino a far scattare l'interruttore della corrente e bruciare il campanello. Inoltre, un vicino si è armato anche di un grosso bastone battendolo con forza sulle inferriate urlando minacce di morte nei confronti della coppia con insulti omofobi. Durante questi episodi la coppia ha chiamato anche le forze dell'ordine", aggiunge.

"Purtroppo ad oggi la coppia non ha ottenuto ancora l'allontanamento del vicino. Pertanto si è rivolta al nostro servizio Gay Help Line 800713713, ai quali abbiamo offerto il supporto legale, oltre che informare l'Osservatorio di Polizia e Carabinieri OSCAD.Purtroppo in assenza di una legge non ci sono azioni dirette che possiamo attuare, oltre alle denunce già fatte della coppia. Pertanto chiediamo al Premier Conte di impegnarsi al più presto per la legge contro l'omotransfobia", conclude Marrazzo sottolineando che si unisce alla dichiarazione di Gay Center anche l'associazione Arcigay Latina - Seicomosei.