Gay, Rotta (Pd): via Cannata da istituzioni e Ordine dei Medici

Pol/Luc

Roma, 22 lug. (askanews) - "Il vicepresidente del consiglio comunale di Vercelli deve dimettersi subito. Non è possibile che le istituzioni siano rappresentate da chi istiga alla violenza e all'omicidio". Lo dichiara Alessia Rotta, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, commentando il post su Facebook di Giuseppe Cannata.

"Il linguaggio di odio sta superando ogni immaginazione e cerca di travalicare il web per spostarsi nella realtà. Sono mesi - sottolinea la deputata Dem - che dai più alti rappresentanti dello stato si stanno alzando i toni e si aizza la gogna mediatica verso singole persone, in prevalenza donne. Ne abbiamo esempi lampanti con i tweet di Salvini nei confronti di Carola Rackete o, per ultimo, di Maria Elena Boschi. Oggi, però, con il post di Cannata, che oltre ad essere un amministratore pubblico è anche un medico, l'asticella si è alzata fino ad invocare l'omicidio di tutti gli omosessuali".

"Sono tardive le parole di chi si dissocia da Cannata, ma nulla dice contro gli hate speech e contro l'intolleranza nei confronti dell'altro da sé. Non è un caso - sottolinea - che Cannata faccia le sue dichiarazioni aberranti a commento di un post del senatore Pillon, che in questi mesi si è fatto portavoce dei peggiori istinti omofobi e misogini".

"Ora ci aspettiamo che Cannata venga radiato dall'Ordine dei medici e rimetta immediatamente il suo mandato da vicepresidente del consiglio comunale. È il momento di intervenire - conclude Rotta - per fermare una deriva pericolosa che rischia di avere conseguenze tragiche".