Gay: Zan, 'critiche Cei sorprendono, nessuna estensione reato propaganda idee'

Gay: Zan, 'critiche Cei sorprendono, nessuna estensione reato propaganda idee'

Roma, 10 giu. (Adnkronos) – “Sorprendono le critiche della presidenza Cei alla legge contro l'omotransfobia, il cui testo unificato ancora non è stato depositato e su cui stiamo ancora lavorando. Lo ripeto per l’ennesima volta a scanso di fraintendimenti: non verrà esteso all’orientamento sessuale e all’identità di genere il reato di ‘propaganda di idee’ come oggi è previsto dall’articolo 604 bis del codice penale per l’odio etnico e razziale. Dunque nessuna limitazione della libertà di espressione o censura o bavaglio come ho sentito dire in questi giorni a sproposito". Lo assicura il deputato del Pd Alessandro Zan, relatore del ddl contro l’omotransfobia

"Il testo base, che tra pochi giorni verrà adottato in commissione Giustizia della Camera, interviene -spiega l'esponente Dem- sui reati di istigazione a commettere atti discriminatori o violenti e sul compimento di quei medesimi atti per condotte motivate dal genere, dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere. E estende ai reati comuni commessi per le stesse ragioni l’aggravante prevista dall’articolo 604-ter. Nulla di più, ma neanche nulla di meno. Non si tratta dunque di una legge contro la libertà di opinione, ma di una legge che protegge la dignità delle persone".