A Gaza protesta per l’uccisione della giornalista di al-Jazeera

featured 1606959
featured 1606959

Roma, 11 mag. (askanews) – A Gaza i palestinesi manifestano per denunciare l’uccisione della giornalista di al-Jazeera Shireen Abu Akleh. La reporter dell’emittente all-news con sede in Qatar è stata colpita da dei proiettili, nonostante indossasse un giubbotto anti-proiettile con la scritta “press”, mentre copriva un raid dell’esercito israeliano nella Cisgiordania occupata. I manifestanti mostrano le foto di Abu Akleh, uno dei volti più noti d al-Jazeera, cristiana, palestinese che aveva 51 anni. Al-Jazeera accusa Israele di averla uccisa “a sangue freddo”. Israele nega le accuse e chiede un’indagine congiunta.

Hisham Zaquout, corrispondente di al-Jazeera a Gaza: “Al-Jazeera ritiene l’occupazione e il governo israeliano responsabili di questo crimine a sangue freddo. Al-Jazeera conferma che perseguirà i criminali responsabili di questa operazione e li perseguirà davanti alle istituzioni internazionali”.

(IMMAGINI FRANCE PRESSE)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli