"A Gaza un massacro barbaro di inermi, l'Europa reagisca o non esiste pi羅"

Huffington Post

Massimo D'Alema non ci sta a ridurre i fatti di Gaza al termine "scontri". Si 癡 trattato piuttosto di un "barbaro eccidio di ragazzi disarmati". L'ex premier ed ex ministro degli Esteri, in un'intervista al Fatto, sottolinea da un lato "l'imperdonabile cinismo di Hamas che manda ragazzi al massacro", dall'altro l'orrore dei "soldati israeliani che prendono di mira anche i bambini e poi festeggiano postando su Facebook i video dei colpi andati a segno".

Secondo l'esponente di LeU, "lo scopo dell'esercito 癡 solo quello di umiliare e terrorizzare la popolazione di Gaza, non certo di difendere Israele". La priorit� 癡 "fermare questo massacro" e l'Europa deve giocare un ruolo attivo, perch矇 l'odio che Israele e Usa stanno attirando potrebbe colpire proprio il Vecchio Continenti in termini di migrazioni e terrorismo.

"La politica israeliana ha spazzato via ogni possibilit� di uno Stato Palestinese. Mi domando se non bisogna anche smettere di ripetere ipocritamente la formula "Due Popoli, Due Stati". Lo Stato Palestinese non c'癡 pi羅, 癡 stato occupato, colonizzato. I territori palestinesi sono ormai come riserve indiane. Il vero problema che si pone 癡 quello dei diritti umani e civili della popolazione. Uno Stato Palestinese non c'癡 pi羅, c'癡 solo uno scenario sudafricano, in cui i palestinesi vivono una forma di apartheid. L'Europa pare non voler capire che questa situazione rappresenta una minaccia diretta: l'odio che Israele e Usa attirano verso tutto l'Occidente potr� portare a nuove reclute per il terrorismo, a nuove ondate di rifugiati, e saremo noi europei a pagare il prezzo di questa ferita aperta".

D'Alema segnala che con Donald Trump si 癡 raggiunto "il punto pi羅 basso di affidabilit� di Washington", dopo le mosse in Israele - con il trasloco dell'Ambasciata Usa a Gerusalemme - e in Iran - con l'uscita dall'accordo sul nucleare. L'Europa non pu簷 stare a guardare.

"L'Ue 癡 minacciata direttamente nei suoi interessi. In questo momento non...

Continua a leggere su HuffPost