Gazprom: profitti record in primo sem., ceo Miller stima nuovo balzo prezzi gas

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Mosca, 31 ago. -(Adnkronos/Dpa) – Nonostante le sanzioni internazionali – il colosso energetico russo Gazprom festeggia profitti record per oltre 42 miliardi di dollari nel primo semestre e si prepara a potenziare i progetti per nuovi gasdotti verso la Cina, paese 'amico'. "I risultati della prima metà dell'anno sono molto, molto buoni. E ovviamente questi risultati finanziari ci permettono di affermare che, con questi flussi di cassa assicurati, siamo sicuri di realizzre i progetti del nostro piano di investimenti strategici", ha affermato il ceo di Gazprom Alexej Miller durante una conference call. Secondo Miller i mercati del gas stanno sperimentando un "rally dei prezzi" che potrebbe spingere il prossimo inverno le quotazioni sopra i 4.000 dollari per 1.000 metri cubi, pari a un ulteriore aumento di un terzo rispetto ai valori attuali.

Secondo quanto riporta l'agenzia Interfax Miller avrebbe affermato che Gazprom sta per iniziare a collegare la sua rete 'europea' di gasdotti all'est della Russia, così da allinearla al nuovo gasdotto Power of Siberia 2 progettato per portare il gas dalle unità di stoccaggio nella Siberia orientale alla Cina. Un altro gasdotto è destinato ad attraversare la Mongolia.

"Sappiamo che il mercato cinese è il più dinamico al mondo e le previsioni mostrano che la Cina sarà responsabile di circa il 40% dell'aumento del consumo di gas nei prossimi 20 anni", ha affermato Miller. La prevista costruzione entro il 2023 dell'area di stoccaggio di Kovykta significa anche che presto la Russia sarà in grado di inviare più gas in Cina di quanto attualmente pianificato. Miller ha affermato di aspettarsi "profitti significativamente più elevati" rispetto al 2021, nonostante il calo delle vendite in Europa.