Gazzetta dello Sport: il Napoli fa piazza pulita, via tutti i capi della rivolta

Nell'incontro tra squadra e De Laurentiis ha preso parola soprattutto Mertens. Strano l'atteggiamento di Callejon, rimasto in disparte...

Il Napoli non sa più vincere: contro il Genoa è arrivato uno scialbo 0-0, aggravato dall'ammutinamento che qualche giorno prima aveva scosso tutto l'ambiente azzurro, in palese difficoltà ad uscire da un momento delicato che ha portato ad una preoccupante crisi di risultati.

Aurelio De Laurentiis tutto poteva aspettarsi tranne che questo: si è sentito tradito dai senatori, da quei giocatori su cui tempo fa fondò la rinascita azzurra in campo nazionale ed europeo. E per questo, a partire da gennaio, ci saranno novità importanti.

Secondo 'La Gazzetta dello Sport' il patron partenopeo ha intenzione di epurare coloro che hanno dato il via alla rivolta del post-partita contro il Salisburgo: in primis Dries Mertens e José Maria Callejon, i cui rinnovi sono sempre più lontani.

Il belga è attratto dall'ipotesi Inter, sebbene dal club nerazzurro filtri freddezza per un'operazione ancora tutta da imbastire. Non è da escludere che ci possa essere un affondo già nel mercato invernale (10 milioni il costo del cartellino). Per lo spagnolo invece bisogna segnalare le sirene cinesi del Dalian Yifang, dove ritroverebbe Rafa Benitez e, soprattutto, Marek Hamsik.

Il grosso della rivoluzione avverrà successivamente in estate: gli indiziati principali a cambiare casacca sono Hysaj, Ghoulam ed Allan, quest'ultimo deciso a cambiare aria dopo che la sua villa è stata svaligiata da alcuni ladri. Ma loro tre non sono gli unici a rischiare l'addio.

Occhio anche a Lorenzo Insigne, beccato dal pubblico del 'San Paolo' nell'ultima uscita di campionato con fischi che non hanno fatto altro che peggiorare un rapporto giunto ai minimi storici. Nemmeno Kalidou Koulibaly è incedibile: se dovesse arrivare una proposta super, De Laurentiis potrebbe prenderla in considerazione e dare l'ok per la cessione. In nome di un restyling necessario per dare il via ad un nuovo ciclo.