Gb, abbattimento statua schiavista accende dibattito sul razzismo -3-

Bea

Roma, 8 giu. (askanews) - Anche l'eroe nazionale britannico della Seconda Guerra Mondiale, Sir Winston Churchill, non stato risparmiato dai manifestanti. Sul piedistallo in pietra di una sua statua in Parliament Square a Londra ieri comparsa la scritta con bomboletta spray "era un razzista".

Churchill espresse opinioni razziste e antisemite e i suoi detrattori lo condannano per aver negato aiuti alimentari all'India durante la carestia del 1943, che uccise due milioni di persone. Molti britannici pensano che gli aspetti pi oscuri e controversi della sua eredit dovrebbero essere portati alla luce.

Il dibattito britannici riecheggia quello sulle statue dei generali confederati della Guerra Civile negli Usa, o quello che si scatenato in Sudafrica, dove l'universit di Citt del Capo ha rimosso la statua del colonialista britannico Cecil Rhodes nel 2015. La fortunata campagna sudafricana "Rhodes Must Fall" ha ispirato un analogo movimento presso l'Oriel College dell'universit di Oxford. Ma nel 2016 il college ha scelto di tenere la statua di Rhodes, "importante testimonianza della complessit della storia e dell'eredit del colonialismo ai giorni nostri".