Gb avvia utilizzo vaccino AstraZeneca, consolida ruolo in lotta a Covid-19

di William James e Guy Faulconbridge
·1 minuto per la lettura
Una dose del vaccino Oxford University/AstraZeneca contro il COVID-19 presso il Princess Royal Hospital di Haywards Heath, West Sussex, Gran Bretagna, 2 gennaio, 2021

di William James e Guy Faulconbridge

LONDRA (Reuters) - Il Regno Unito ha iniziato oggi a vaccinare contro il Covid-19 la propria popolazione con il vaccino sviluppato dall'Università di Oxford e da AstraZeneca, celebrando quello che è stato definito un "trionfo" scientifico per il paese in prima linea nella lotta contro il virus nell'Occidente.

Il Regno Unito, che sta vaccinando la propria popolazione ad un ritmo più veloce rispetto a quanto avviene negli Stati Uniti e del resto dell'Europa, è il primo paese ad utilizzare il vaccino Oxford/AstraZeneca dopo aver già adottato quello sviluppato da Pfizer e dalla società tedesca BioNTech alla fine dell'anno scorso.

Brian Pinker, paziente di 82 anni in dialisi, è stato il primo a ricevere il vaccino Oxford/AstraZeneca alle ore 08,30 italiane presso l'Ospedale dell'Università di Oxford, a giusto un paio di centinaia di metri dai laboratori dove il vaccino è stato sviluppato.

Secondo Matt Hancock, segretario della Sanità, il Regno Unito ha già distribuito un milione di dosi di vaccino contro Covid-19 - superando le dosi distribuite complessivamente finora nel resto dell'Europa.

"Si tratta di un trionfo della scienza britannica, arrivare dove siamo ora", ha detto Hancock a Sky. "Sin dall'inizio, abbiamo visto che il vaccino era l'unica soluzione a lungo termine".

Il governo del Primo Ministro Boris Johnson si è assicurato 100 milioni di dosi del vaccino Oxford/AstraZeneca, che possono essere conservate a temperature frigo tra i due e gli otto gradi, rendendo la loro distribuzione più semplice rispetto al vaccino Pfizer.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Maria Pia Quaglia, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)