Gb, Boris Johnson: se vinco elezioni consegnerò la Brexit al Paese

Ihr

Roma, 6 nov. (askanews) - In una dichiarazione davanti a Downing Street per lanciare la sua campagna elettorale, in una difficile giornata per le impreviste dimissioni del suo sottosegretario per il Galles, il primo ministro britannico Boris Johnson ha promesso ancora una volta che se gli elettori gli daranno fiducia porrà fine alla "paralisi" innescata dal Parlamento e porterà finalmente il Regno Unito fuori dall'Ue.

Poco prima del suo intervento davanti alla sua residenza, il premier aveva incontrato la regina Elisabetta II a Buckingham Palace, come è consuetudine, per inaugurare l'inizio ufficiale della campagna elettorale in vista del voto del 12 dicembre.

Davanti a Downing Street Johnson ha detto che non avrebbe voluto convocare le elezioni, ma di essere stato costretto ad agire di fronte ai continui tentativi del Parlamento di bloccare il suo "grande accordo sulla Brexit".(Segue)