Gb, Bristol: statua mercante schiavi sostituita con donna nera -2-

Ihr
·1 minuto per la lettura

Roma, 15 lug. (askanews) - Questa scultura era stata staccata e gettata nel fiume all'inizio di giugno, durante le manifestazioni del movimento Black Lives Matter a seguito della morte alla fine di maggio di George Floyd, un americano di colore ucciso da un agente di polizia. Presente al momento dell'installazione della statua che la rappresenta, Jen Reid ha definito l'iniziativa "semplicemente incredibile" e "dannatamente sfacciata". Ci consentir di "continuare la conversazione" sul passato schiavista del Regno Unito, ha detto al Guardian. "Jen aveva gi creato la statua quando era in piedi sull basamento e alzava il braccio", ha detto Marc Quinn. Edward Colston si era arricchito nella tratta degli schiavi. Avrebbe venduto 100.000 schiavi dall'Africa occidentale ai Caraibi e alle Americhe tra il 1672 e il 1689, prima di usare la sua fortuna per finanziare lo sviluppo di Bristol, che gli fece guadagnare la reputazione di filantropo.