Gb, caos su lavoratori esentati da obbligo di autoisolamento

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 lug. (askanews) - Caos in Gran Bretagna sull'obbligo di autoisolamento a seguito di notifica (ping) tramite smartphone e soprattutto su quali siano i lavoratori esentati, in quanto appartenenti a servizi ritenuti essenziali. Le aziende non riescono a venire a capo di regole "che sembrano cambiare ogni minuto", è la protesta della condirettrice delle British Chambers of Commerce, Claire Walker, citata dal Financial Times.

Alle imprese serve invece sapere con certezza assoluta quali siano i dipendenti esentati dall'obbligo di autoisolamento, ha aggiunto.

Il tutto è collegato alla versione Gb di una app di tracciamento (della Nhs) che invia temute notifiche alle persone ritenute a rischio contagio, con messaggi in push chiamati "ping" su cui il quotidiano finanziario ricama la parola "pingdemic". Dal governo sono giunte indicazioni contrastanti, perfino contraddittorie tra vari ministri, su quali fossero le categorie di lavoratori esentati da questo obbligo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli