Gb, code a distributori: governo valuta visti d’urgenza a camionisti

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 set. (askanews) - Il premier britannico Boris Johnson potrebbe allargare, per un periodo molto ristretto di tempo, le maglie delle regole sull'immigrazione e sull'emissione di visti per risolvere la mancanza di camionisti che sta causando il panico ai distributori di benzina del Regno unito, dove i consumatori si mettono in fila per ore temendo che la benzina finisca. Il numero 10 di Downing Street ha smentito che ci sia una connessione, ma secondo Sky News il governo potrebbe decidere per visti d'urgenza "per un tempo molto limitato".

In questo modo circa 5.000 camionisti stranieri potrebbero entrare per lavorare in Gran Bretagna e risolvere la carenza di rifornimenti alle stazioni di servizio.

Un portavoce di Downing Street ha cercato di rassicurare la popolazione parlando di "grandi siti di stoccaggio di carburante" e assicurando che "non ci saranno problemi", ma le file proseguono e alcuni gruppi petroliferi, tra cui EG Group, hanno imposto un massimo di 30 sterline di rifornimento a cliente. Bp ha chiuso circa 100 stazioni di servizio per mancanza di carburante.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli