Gb, Corbyn: Boris Johnson non ha il sostegno del popolo

Ihr

Roma, 23 lug. (askanews) - "Boris Johnson ha ottenuto il sostegno di meno di 100.000 membri del Partito conservatore promettendo tagli alle tasse per i più ricchi, presentandosi come amico dei banchieri e spingendo per un dannoso no-deal sulla Brexit". Così il leader del Laburisti britannici Jeremy Corbyn dopo l'annuncio della conquista da parte di Boris Johnson della leadership Tory e automaticamente della successione di Theresa May a Downing Street. "Ma non ha vinto il sostegno del nostro Paese", ha aggiunto il capo del principale partito d'opposizione britannico.

"Il no-deal di Johnson significherebbe tagli ai posti di lavoro, prezzi più alti nei negozi e il nostro servizio sanitario nazionale a rischio di essere venduto alle società statunitensi in accordo con Donald Trump", ha sottolineato Corbyn prima di concludere: "La gente del nostro Paese dovrebbe decidere chi diventa premier alle elezioni legislative".