Gb, dalla destra a beniamino Labour, la lunga marcia di John... -3-

Bea

Roma, 10 set. (askanews) - Prima delle elezioni 2015, Bercow, in lacrime viene applaudito dai deputati laburisti dopo aver sventato un tentativo del suo stesso partito di farlo fuori. Una mozione per un voto segreto su un nuovo speaker la pausa elettorale, presentata dal capogruppo dei tory alla Camera, William Hague, viene bocciata con 228 voti contro 202.

A dispetto dello storico euroscetticismo di Bercow le accuse di pregiudizio dopo il referendum sulla Brexit si trasformano in accuse di ostruzionismo. Nel 2017 il Sunday Telegraph riferì che aveva ammesso di fronte a un gruppo di studenti di aver votato contro la Brexit al referendum, anche se aveva precisato che sarebbe stato "scrupoloso nel garantire che entrambe le parti della discussione fossero sempre ascoltate".

Lo speaker poi è stato accusato di essere "estremamente politico e fuori linea" quando ha negato a Donald Trump il palcoscenico dell'aula di Westminster perché la Camera dei Comuni è contraria al "razzismo e al sessismo" e perchè "sostiene l'uguaglianza davanti alla legge e la magistratura indipendente".(Segue)