GB, donne costituiscono circa un terzo dei Cda delle imprese finanziarie

·1 minuto per la lettura
Una donna cammina nei pressi della City of London

(Elimina refuso)

LONDRA (Reuters) - La percentuale di donne nei Cda delle 200 maggiori imprese finanziarie britanniche è aumentata fino a quasi un terzo del totale nei cinque anni trascorsi da quando il governo britannico ha lanciato un'iniziativa per migliorare l'equilibrio di genere nel settore.

Dal lancio del Hm Treasury Women in Finance Charter nel marzo 2016, il numero delle donne nei consigli di amministrazione delle imprese finanziarie è salito dal 23% al 32%. A dirlo è il think tank New Financial in una review sull'impatto dell'iniziativa.

Nello stesso periodo, la rappresentatività femminile nei comitati esecutivi è aumentata dal 14% al 22%. Se l'attuale tasso di ricambio rimanesse inalterato, le donne raggiungerebbero la parità nei consigli di amministrazione nel 2029 e nei comitati esecutivi nel 2033.

"Benché la rappresentatività femminile si stia muovendo nella giusta direzione, c'è ancora molta strada da fare" secondo Yasmine Chinwala, partner presso New Financial e coautrice del report.

"Se il settore vuole mantenere costante il ritmo del cambiamento nei prossimi cinque anni, dovrà confrontarsi con sfide più complesse".

Tra queste sfide rientra la costruzione di una catena di acquisizione di talenti femminili, assicurare la responsabilizzazione all'interno delle organizzazioni e la promozione di un numero maggiore di donne in ruoli che generano ricavi.

"Nei prossimi cinque anni dovremo passare dalle parole ai fatti, dal lavorare in maniera isolata a lavorare insieme, e superare una percezione restrittiva della diversità di genere in modo da comprendere donne provenienti da differenti percorsi di vita e da differenti settori della società", ha detto Amanda Blanc, Ceo presso la società di assicurazioni Aviva.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli