Gb: due in carcere per aver visionato foto autopsia Emiliano Sala

Ihr

Roma, 23 set. (askanews) - Due persone sono state condannate da un tribunale britannico a pene detentive per l'accesso illegale alle immagini dell'autopsia del calciatore argentino Emiliano Sala, morto a gennaio in un incidente aereo.

Una donna di 49 anni, Sherry Bray, e un uomo di 62 anni, Christopher Ashford, che erano presenti in un'aula del tribunale di Swindon, sono stati condannati rispettivamente a 14 e 5 mesi. Sono stati accusati di aver guardato illegalmente, per "morbosa curiosità", le immagini di videosorveglianza dell'obitorio di Bournemouth.

Sherry Bray, direttrice di una società di videosorveglianza, è stata accusata di aver inviato a sua figlia una foto di Emiliano Sala dell'autopsia il 9, 10 e 11 febbraio e di aver ostacolato il corso della giustizia cancellando l'immagine dal suo cellulare. Lo scatto è stato quindi ampiamente condiviso sui social network. Sherry Bray ha anche convinto Christopher Ashford, un impiegato della sua società, a guardare le immagini dell'autopsia di Sala, cosa che avrebbe fatto sei volte, e a "cancellare le foto". I due, che sono stati arrestati il 18 febbraio, si sono dichiarati colpevoli.(Segue)