Gb, governo frena su rapporto su interferenze russe su voto Brexit

Bea

Roma, 5 nov. (askanews) - Ha fatto scalpore a Londra la frenata del governo conservatore di Boris Johnson sulla pubblicazione, forse a dopo le elezioni del 12 dicembre, di un rapporto parlamentare sulle presunte interferenze russe nel referendum 2016 sulla Brexit. Al punto che l'esecutivo britannico ha dovuto smentire di volerlo insabbiare perchè conterrebbe rivelazioni potenzialmente esplosive.

I parlamentari di entrambe le camere hanno sollevato preoccupazioni sui tempi della pubblicazione del rapporto, completato da poco, mentre il governo guidato da un uomo che è stato una figura di punta della campagna pro-Brexit vuole allontanare il sospetto che la vittoria referendaria sia stata ottenuta con mezzi poco puliti. La campagna pro-Brexit ha sfidato i pronostici vincendo al referendum del giugno 2016 con il 52% contro il 48%, un risultato che ha lasciato il Regno unito profondamente diviso. (Segue)