Gb, Johnson minaccia ritiro accordo Brexit ed elezioni anticipate

Mgi

Roma, 22 ott. (askanews) - Il premier britannico Boris Johnson ha minacciato di ritirare la legge per l'applicazione del nuovo accordo per la Brexit e di indire elezioni anticipate se il Parlamento non accetterà una calendarizzazione accelerata per il voto sul provvedimento che eviti di superare la scadenza del 31 ottobre.

"Se il Parlamento decide di non lasciare che la Brexit abbia luogo e di rinviare il tutto a gennaio o anche dopo, il testo dovrà essere ritirato e dovremo andare ad elezioni anticipate", ha minacciato Johnson durante un intervento in aula.(Segue)