Gb, Johnson non esclude nessuna iniziativa per bloccare Superlega

·1 minuto per la lettura
Il primo ministro britannico Boris Johnson durante il question time alla Camera dei Comuni

LONDRA (Reuters) - Il governo britannico non esclude nessuna azione che possa fermare il progetto della Superlega messo a punto da 12 squadre di calcio europee, e sta considerando tutte le opzioni disponibili, compresa l'introduzione di nuove leggi.

Lo ha detto il primo ministro, Boris Johnson.

Johnson ha tenuto una riunione con i rappresentanti della Federazione calcistica dell'Inghilterra, della Premier League e di gruppi di tifosi, che hanno confermato che il governo non resterà a guardare mentre viene creato un torneo a circuito chiuso, come si legge in un comunicato di Downing Street.

"(Johnson) ha ribadito il fermo sostegno alle organizzazioni calcistiche e confermato che hanno il totale appoggio del governo per portare avanti qualsiasi azione che possa interrompere i piani", si legge nel comunicato.

"(Johnson) ha detto chiaramente che nessuna azione è stata esclusa e che il governo sta valutando qualsiasi opzione, tra cui quelle legislative, per assicurarsi le proposte vengano bloccate".

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)