Gb: Johnson, stop rilascio automatico per condannati terrorismo

Il premier britannico, Boris Johnson, ha annunciato che il governo intende mettere fine alla scarcerazione anticipata automatica per i condannati di terrorismo. La questione ha suscitato nuovamente polemiche nel Paese alla luce dell'attacco di ieri a sud di Londra dove un 20enne, appena scarcerato, ha accoltellato due persone prima di essere ucciso dalla polizia.

Il giovane era stato condannato a tre anni di carcere per propaganda di materiale terroristico ma era stato rilasciato dopo aver scontato circa la metà della pena. Il tema della scarcerazione anticipata automatica anche per i condannati di terrorismo era stata già sollevata a novembre scorso in occasione del precedente attacco sempre a Londra.

All'epoca Johnson aveva promesso di intervenire per bloccare la norma ma la difficoltà è applicare le nuove regole retrospettivamente su condanne già inflitte. Johnson ha assicurato che il governo vuole impedire alle persone attualmente in carcere di qualificarsi per il rilascio anticipato automatico; su questo interverrà presto Robert Buckland, ministro della Giustizia.