In Gb l’alpaca Geronimo “giustiziato”, scontri animalisti-polizia

·1 minuto per la lettura
featured 1491653
featured 1491653

Roma, 31 ago. (askanews) – “Esecuzione per Geronimo” titola il Daily Mail, che fa vedere le immagini dell'”arresto” dell’alpaca nero risultato positivo alla “tubercolosi bovina” e prelevato in una fattoria britannica dalla polizia e da veterinari del governo, dopo che il ricorso presentato dalla sua proprietaria per salvare la vita all’animale è stato respinto. Più di 140.000 persone, tra cui il padre del premier britannico, Staleny Johnson, avevano firmato una petizione per chiedere al governo britannico di sottoporre Geronimo a un nuovo test, temendo fosse un “falso positivo”.

A intervenire con il mandato di sopprimere Geronimo sono stati funzionari del dipartimento dell’Ambiente e l’alimentazione e degli affari rurali del governo britannico. Alcuni manifestanti hanno tentato di bloccare l’ingresso agli agenti e una di loro è stata fermata per avere brandito una pistola ad acqua. L’alpaca è stato caricato a forza su un furgone bianco e portato via.

ups sonoro

La giustizia britannica ha respinto il ricorso dell’allevatrice, Helen Macdonald, per salvare Geronimo, una storia che ha appassionato i britannici, non solo quelli animalisti.

Geronimo è arrivato dalla Nuova Zelanda 4 anni fa ed era stato sottoposto a 4 test cutanei, tutti risultati negativi alla tubercolosi bovina. Nel Regno Unito, tuttavia, è stato sottoposto a due esami del sangue e un test cutaneo, tutti risultati positivi, e per questo le autorità ne hanno ordinato l’abbattimento.

Per tentare di salvare Geronimo la settimana scorsa un gruppo di manifestanti è andato a protestare davanti all’abitazione del primo ministro Boris Johnson.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli