Gb: Labour contro Johnson, 'ha già staccato', non si occupa dell'ondata di caldo

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Londra, 18 lug. (Adnkronos) – I laburisti hanno accusato il premier dimissionario britannico Boris Johnson di avere già "staccato" dall'incarico e di non essere stato presente alle riunioni per affrontare i problemi dell'ondata di caldo, che per la prima volta nella storia ha portato la Gran Bretagna a dichiarare l'emergenza nazionale per alte temperature. Una delle accuse dei labour guidati da Keir Starmer mosse al primo ministro è stata quella di aver partecipato ad altri eventi, ritenuti meno necessari, fra i quali il volo su un caccia Typhoon. Downing Street ha replicato che la presenza del premier a riunioni di questo tipo, come quelle sull'emergenza caldo, "non è usuale", mentre il volo sul 'Typhoon' era "importante" per comprendere le capacità della Royal Air Force.

La Gran Bretagna sta affrontando in questi giorni temperature estreme che hanno superato i 30 gradi centigradi e che possono arrivare ai 40, che hanno causato disagi nei viaggi e la chiusura delle scuole, mentre i servizi sanitari sono in allerta. Starmer ha criticato Johnson per "non aver fatto nulla" di fronte a una situazione meteorologica estrema, che "molte persone dovranno affrontare sia oggi che domani". Allo stesso modo, ha lamentato che "distrazione" dovuta alla corsa al successore del "premier" dopo le sue dimissioni più di dieci giorni fa.

Critiche a Johnson sono giunte anche da parte del sindaco di Londra, Sadiq Khan, che ha insistito affinché il primo ministro si dimetta immediatamente piuttosto che godersi un "viaggio di piacere", alludendo al volo sul caccia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli