Gb, ministra britannica Truss ora guiderà negoziati post Brexit

·1 minuto per la lettura
featured 1553832
featured 1553832

Milano, 20 dic. (askanews) – Sarà la ministra degli Esteri Liz Truss a occuparsi per Londra delle questioni post-Brexit, dopo le dimissioni del Segretario di Stato per la Brexit David Frost, al termine di una settimana particolarmente difficile per Boris Johnson.

La titolare della diplomazia britannica, nominata a settembre, 46 anni, guiderà i negoziati con l’Unione europea sul controverso protocollo che disciplina le disposizioni doganali specifiche nell’Irlanda del Nord.

“Liz Truss assumerà la responsabilità ministeriale dei rapporti con l’Unione europea con effetto immediato”, precisa un testo.

Risposta dall’Ue: il vicepresidente della Commissione europea Maros Sefcovic ha dichiarato su Twitter che “continuerà a collaborare con il Regno Unito con lo stesso spirito costruttivo”.

Truss non è esattamente una paladina della Brexit da principio. Visto che inizialmente difendeva la permanenza nell’Unione Europea durante il referendum del 2016, ma poi da ministro del Commercio estero, aveva cambiato idea, spiegando che vedeva la Brexit come una fonte di opportunità. E ora che gode di crescente popolarità nella fila della maggioranza conservatrice, a differenza del premier in carica, vede tornare il suo nome regolarmente come papabile a prossimo al Primo Ministro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli