Gb potrebbe introdurre misure anti-Covid più severe su arrivi da Francia - Johnson

·1 minuto per la lettura
Il primo ministro britannico Boris Johnson

LONDRA (Reuters) - La Gran Bretagna potrebbe dover introdurre misure più severe sugli arrivi dalla Francia, in particolare sugli autotrasportatori, per ridurre la possibilità che nuove varianti di Covid-19 entrino nel Paese.

Lo ha annunciato il primo ministro Boris Johnson.

Alla domanda se la Francia debba essere inserita nella lista rossa di Paesi da cui è vietata la maggior parte dei viaggi verso la Gran Bretagna, Johnson ha detto a una commissione parlamentare che sottoporre i camionisti in arrivo a un test Covid avrebbe un impatto sui flussi commerciali.

"Penso che ora, in tutta serietà, dobbiamo guardare alla situazione della Manica. Temo che non possiamo escludere misure più severe e le adotteremo, se necessario", ha detto Johnson.

"Prenderemo la decisione, non importa quanto difficile, di interrompere il traffico (nella Manica), di interrompere quei flussi, se pensiamo che sia necessario proteggere la salute pubblica e per fermare l'arrivo di nuove varianti, e potremmo doverlo fare molto presto" ha aggiunto.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)