Gb, un lavoratore su 5 a Westminster ha subito molestie sessuali

Red

Roma, 8 feb. (askanews) - Una persona su cinque tra quanti lavorano a Westminster ha subito molestie sessuali negli ultimi 12 mesi. E le donne rappresentano un'ampia maggioranza dei casi. Lo rivela un rapporto commissionato da parlamentari britannici sulla scia dello scandalo scoppiato mesi fa quando emersero notizie di abusi sessuali commessi da politici, che hanno costretto la premier Theresa May a un rimpasto governativo.

L'esplosivo documento, in pubblicazione oggi, e anticipato da The Independent, è frutto di un questionario sottoposto a tutti i dipendenti del parlamento londinese e rivela che i casi di molestie alle donne sono il doppio di quelli riportati da uomini.

"Abbiamo una situazione in cui il 19 per cento, quasi un quinto delle persone, lamenta di avere subito o assistito ad atteggiamenti di molestie sessuali e comunque ad atteggiamenti inappropriati qui, a fronte dell'attuale policy sul rispetto dei dipendenti, che non ha mai registrato un solo caso di denuncia di molestie", fa notare una fonte del gruppo di lavoro parlamentare che ha promosso il rapporto, su richiesta di Theresa May. Questo proverebbe che dopo lo scandalo che ha travolto il produttore di Hollywood Harvey Weinstein e la nascita del movimento #MeToo, c'è meno timore di subire rappresaglie sul lavoro in caso di denuncia di molestie.

Il rapporto riguarda 1.377 persone che lavorano a Westminster e rivela che il 39% dello staff, dei deputati e dei pari ha avuto complessivamente esperienze di abusi o di bullismo. Il 45% dei casi riportati sono stati segnalati da donne, il 35% da uomini.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità