Gdf Avellino sequestra opificio clandestino e capi... -2-

Aff

Napoli, 17 dic. (askanews) - Gli ordini venivano raccolti tramite social network e sempre su internet era pubblicato il campionario della merce contraffatta in vendita che veniva realizzata nel medesimo opificio.

Tramite corriere espresso, poi, i prodotti venivano spediti in tutta Italia solo dopo aver ricevuto i corrispettivi tramite ricariche di carte di credito pre-payed.

Contestualmente sono stati sequestrati 1.300 capi d'abbigliamento e accessori, 15.800 transfer termoadesivi ed etichette in stoffa e metallo, riportanti loghi e marchi contraffatti delle principali maison di moda nazionali ed internazionali nonché 2.250 capi d'abbigliamento "neutri" pronti per essere marcati e confezionati, del valore complessivo di oltre 130mila euro.