Gdf sequestra in farmacie di Milano 10mila flaconi di disinfettante

Red/Alp
·1 minuto per la lettura

Milano, 7 apr. (askanews) - Nel corso dei servizi di controllo sull'osservanza delle misure di contenimento dell'emergenza epidemiologica e della corretta applicazione della normativa in materia di prezzi, i finanzieri del Comando provinciale di Milano hanno scoperto e sequestrato circa 10mila confezioni di prodotti disinfettanti, messi in commercio in assenza della prescritta autorizzazione ministeriale. Lo hanno riferito le stesse fiamme gialle, spiegando che in una farmacia milanese due tipi di gel erano "venduti indebitamente come antivirali e antibatterici". Tali prodotti, che sarebbero quindi qualificabili come "biocidi", possono essere infatti commercializzati solo se preventivamente autorizzati da parte del ministero della Salute, che ne deve valutare la sicurezza per il consumatore e per l'ambiente nonché l'efficacia nelle condizioni di uso indicate. Uno dei gel è risultato prodotto in Albania e i militari, avendone individuato la rete di distribuzione, hanno provveduto a sequestrarne le confezioni anche presso altre sette farmacie milanesi, le quali nel frattempo le avevano già ritirate dalla vendita. Per l'altro disinfettante, prodotto nell'hinterland milanese, i militari hanno ispezionato lo stabilimento di fabbricazione dove hanno riscontrato che il titolare, resosi conto della mancanza dell'autorizzazione, aveva già da qualche giorno bloccato la distribuzione. S ia l'amministratore della prima farmacia che il produttore del disinfettante fabbricato in Italia sono stati denunciati alla Procura di Milano per il reato di frode in commercio.